domenica 13 ottobre 2013

Avicoltura - La Gallina di La Fléche, splendida e antica razza francese.

Primo piano di gallo di La Flèche. Clicca sull'immagine per ingrandire. 
Ci sono alcune razze in cui una o più caratteristiche fisiche concorrono per rendere inconfondibile l'animale che ne è portatore; in questo caso, una cresta davvero singolare ha reso popolare questa splendida razza francese, bella e produttiva: la La Flèche. 

Primo piano di gallina di La Flèche. Clicca sull'immagine per ingrandire. 

Non si sa esattamente quando sia nata questa razza, ma pare che essa fosse presente fin dal XV secolo a Mézeray, villaggio sito nella regione di La Flèche. Per secoli, col nome di "Polli di Le Man", questi animali sono stati venduti e apprezzati in Francia. In maniera particolare pare che capponi e capponesse (chapons e poulardes) di questa razza fossero molto apprezzati sul mercato parigino verso la metà del XIX secolo. 
L'ipotesi più accreditata sulla sua origine la vuole frutto di un'incrocio tra la Crèvecoeur e una razza spagnola, forse la Minorca. Quale che sia la sua origine, la La Flèche ha saputo ben presto farsi apprezzare.

Gallo di La Flèche, illustrazione di C. H. Jacque da "Le Poullailer" (1858).
La La Flèche, attualmente, si presenta come un pollo vigoroso di taglia piuttosto grande, con maschi che
raggiungono pesi compresi tra 3,5 e 4 Kg e femmine che arrivano ai 3 Kg. Il corpo, cilindrico e muscoloso, ha un bel portamento piuttosto rilevato; la pelle è bianca e i tarsi sono ardesia scuro, a volte quasi nerastri. Gli orecchioni sono bianchi, le narici grosse e rilevate, e i bargigli pendenti e ben sviluppati. L'iride è arancio-rossastra. 

 .  . 

Ma la caratteristica che rende particolare la razza è la presenza di una perfetta cresta a cornetti, assai sviluppata e che a volte assume una forma a "V" nell'animale, tanto che in Inghilterra si credette a lungo che il nome della razza non indicasse un luogo, ma che fosse indicativo della forma a punta di freccia assunta a volte dalla cresta ("La Flèche" in francese significherebbe infatti "la freccia")

Gallo di La Fléche. Foto Andrea Mangoni.
Le femmine di questa razza sono più piccole dei compagni, dai corpi leggermente più compatti, buone produttrici di uova bianche e grandi (circa 180 l'anno) dal peso di circa 70 gr, che covano raramente. Per inanellare questa razza si usano solitamente anelli n° 22 per i maschi e n° 20 per le femmine. 
Oltre alla colorazione nera, caratteristica della razza, esistono la colorazione bianca, blu, sparviero e grigio perla. Esiste anche la versione nana di questa razza, che raggiunge pesi di circa 900 gr. nei maschi e 800gr nelle galline.

Gallina di La Fléche in muta. Foto Andrea Mangoni.
Nei Paesi anglosassoni questa razza è diventata piuttosto rara, e ha visto incroci con razze spagnole (Minorca in testa) per restituire massa a ceppi altrimenti sottopeso. Rispetto alle La Flèche francesi, solitamente dotate di ciuffetto posteriore, i ceppi inglesi e americani tendono ad aver perso questa caratteristica. Anche in Francia questi animali sono diventati sempre più rari, e dopo esser stati per molto tempo la razza di polli a maggiore sviluppo corporeo hanno visto spesso una costante perdita di massa. Da tempo comunque esiste un Club di Razza che si occupa del suo rilancio, così come anche l'associazione CRAPAL si occupa di riselezionare la razza a partire da un ceppo di ottime caratteristiche conservato in purezza per oltre 50 anni. 

Primo piano di gallo di La Flèche. Clicca sull'immagine per ingrandire.

In Italia questa razza non è molto  diffusa. Si tratta di polli rustici, buoni razzolatori, adatti all'allevamento biologico o all'aperto. La crescita è, come per molte razze storiche, piuttosto lenta. Il mio personale consiglio è quello di far nascere molto presto i pulcini, tra fine dicembre e gennaio, in modo che essi possano accrescersi con un fotoperiodo favorevole e che possano godere pienamente della primavera. In questo modo riusciranno a costruire una buona struttura ossea prima dell'estate, e riusciranno successivamente ad acquistare tutto il peso tipico della loro magnifica razza.

ALTRE LETTURE INTERESSANTI

 .  . 
 .  . 

3 commenti:

Domenico ha detto...

Dove poter acquistare alcuni esemplari di questa importante razza. Ciao

Domenico ha detto...

La mia mail e' Domenico.barresi@yahoo.com ciao

Andrea Mangoni ha detto...

Ciao Domenico, puoi trovare alcuni allevatori nell'elenco di Agraria.org: ALLEVATORI LA FLECHE ITALIA Buona serata!